Adidas - originals - Adidas Pharrel Williams HU Donna Bianco b9c216

(Donne):36;37;38;39;40 Superfit SuperfitBill 808278 - Basse Bambina amazon-shoes grigio the best discount price,

Blog-Novecento Napoletano – spettacolo magnifico!

Pubblicato in Blog

(Euro):36;37;38;39;40 Napapijri Rabari Volcano Grey Yellow nonsolosport neri Nylon high quality,( ):5.5;6.5;7;8;8.5 GIANMARCO LORENZI CALZATURE yoox grigio Classico lowest price online,Acquistare tendenze River Island - Sandali a pianta larga con tacco e stampa maculata Donna Leopardo Italia in linea,Nike Sb Uomini Nike Sb Primavera/Estate 2019 Zoom Stefan Janoski L - da ginnastica for Uomini - Nero Color: Nero Nero/Nero-white-unvrsty Rosso,(Euro):36;37;38;39;40 SUPRA CALZATURE yoox neri Pelle the best prices,Just Cavalli Slip-ons - pink gold - Donna Flats Lace-Ups new,(Euro):40;41;42;43;44;45;46;47 DIADORA CALZATURE yoox grigio Camoscio Fashion design,(Uomo):40;41;42;43;44;45;46;47 NEW BALANCE CALZATURE yoox bordeaux Camoscio Discount on sale,(Donne):36;37;38;39;40 Philippe Model Tropez high quality,(Uomo):40;41;42;43;44;45;46;47 Reebok Classic Pelle Uomo - Bianco - 49799 fortissimo grigio Wholesale price,(Euro):36;37;38;39;40 YAB CALZATURE yoox neri Pelle official online store,(Euro):36;37;38;39;40 NEW BALANCE CALZATURE yoox rosa Camoscio the best prices,( ):5.5;6.5;7;8;8.5 Veja V10 basse camel/white zalando arancione Pelle high quality,(Euro):36;37;38;39;40 VANS CALZATURE yoox crema Pelle Discount on saleOfficial online store Nike Sportswear CLASSIC CORTEZ PRM basse light pumice/metallic cool grey zalando grigio Classico,(Donne):36;37;38;39;40 Woden YDUN SUEDE MESH basse navy zalando neri Pelle New arrival online( ):5.5;6.5;7;8;8.5 Hogan HXC1580S9808VV0AL Blu b-exit neri Autunno New arrival online,(Euro):36;37;38;39;40 FABIANO RICCI CALZATURE yoox neri Pelle official online store,Offerte speciali Donna Caprice senza lacci nero(Uomo):40;41;42;43;44;45;46;47 Geox J Pavel J amazon-shoes neri Discount on sale,(Donne):36;37;38;39;40 NIKE CALZATURE yoox grigio Classico various styles,Vendita esclusiva Donna Enza Nucci Eva - Stivali MarroneLowest price online da tennis Jacadi X Springcourt jacadi rosso Pelle, Vans Old Skool DX Al chiaro di luna, Gum Uomo,(Donne):36;37;38;39;40 Ea7 bid-on-fashion crema Pelle Fashion design,(Euro):36;37;38;39;40 VANS CALZATURE various designs,Esplosione dei prezzi WRANGLER - Owen Derby WM171070 Navy 16 - - basse - Uomo Blu,Lowest price online TRIVER FLIGHT CALZATURE yoox marroni Pelle,(Euro):36;37;38;39;40 Ricosta Susi amazon-shoes neri Discount on sale, Uomo Vans Old Skool Gomma di luce,

Care amiche, cari amici, non sapete come sono felice che il bellissimo spettacolo Novecento Napoletano sia tornato in scena, a Napoli, precisamente al Trianon.

Ne feci parte tra il 2008 e 2010, con la cara e brava attrice Rosaria De Cicco e fu un’esperienza artisticamente intensa, indimenticabile. Costumi, scenografie, sceneggiatura, ritratti storici, musiche: tutto studiato ed assemblato ad arte per consegnare uno splendido affresco della Napoli d’inizio ‘900.

Auguri a miei colleghi tanto successo ed invito tutti ad assistere a questo bellissimo ed emozionante spettacolo firmato Bruno Garofalo; costumi Mariagrazia Nicotra; prod. Rosario Imparato.

In scena sino al 17 dicembre al Teatro Trianon!

Leggi tutto...

Adidas - originals - Adidas Pharrel Williams HU Donna Bianco b9c216

Pubblicato in Blog

Ecco una storia vera che ha cambiato le sorti della bella città di Ginevra, il 12 dicembre del 1602, anno i cui i Savoiardi tentarono di espugnare la città, introducendosi per mezzo di scale di legno smontabili: tentativo che fallì, grazie ad una simpatica vecchietta, la “Mère Royaume”, una madre di famiglia che, alzatasi prestissimo per cucinare, buttò dalla sua finestra una marmitta di zuppa calda su un soldato savoiardo che passava sotto casa, dando così l’allarme circa l’assalto imminente. Da tale episodio nasce la tradizione della famosa marmitta di cioccolato, riempita di caramelle, di piccoli petardi e di frutta e verdura in marzapane. La marmitta è rotta tradizionalmente, dopo la frase rituale: " Che così periscano i nemici della Repubblica!”.

Adidas - originals - Adidas  Pharrel Williams HU Donna Bianco b9c216

Tale ricorrenza, chiamata l’”Escalade” (la scalata) viene festeggiata ogni anno ed è molto sentita dalla popolazione. Viene organizzato un grande Corteo della Proclamazione, interamente in costume d’epoca che attira decine di migliaia di persone e che sfila per tutta la città per quasi 3 ore, fermandosi, dopo varie tappe, nel cortile della cattedrale San Pietro dove viene acceso un grande falò e offerto a tutta la popolazione del vin brûlé.

Ho avuto il piacere di assistervi e posso garantire che si tratta di una manifestazione molto particolare, intensa, e non a caso è tutelata dall’Unesco che ne ha sancito il valore, come una delle più importanti ricostruzioni storica gratuita d’Europa. 

Leggi tutto...

Blog–un sondaggio riguardo PUPELLA MAGGIO

Pubblicato in Blog

Care amiche, cari amici, Pupella mi ha lasciato in eredità molto materiale audio-visivo inedito, ma anche lettere, appunti, poesie (mai pubblicate) e sono anche depositario di molti oggetti e materiali di scena a lei appartenuti.

Ora, da qualche tempo, avrei deciso di dedicare uno spettacolo alla grande attrice scomparsa, da presentare a Roma e Milano e forse Napoli: un docu-recital in musica, corredato anche da una mostra con oggetti, costumi ed altro.

Confortato anche dal grande successo del mio ultimo post dell’8 dicembre su Pupella (leggi post), chiedo quindi a Voi, a coloro che mi seguono da anni e con affetto: tale spettacolo, lo faccio o non lo faccio?? 

Confido in un Vostro parere.

Leggi tutto...
scarpe di tendenza Casual Attitude DONKO - Stivaletti / Stivali Donna TAUPE,

Blog–un’ottima scuola

Pubblicato in Blog

La scuola è un luogo fondamentale per un bambino: soprattutto, direi, quella dell’infanzia, della primaria e delle medie. Un luogo dove non solo ci si accultura, ma si impara anche a relazionarsi socialmente, a condividere, ad accettare/capire la diversità: un luogo dove, possibilmente, si impara ad amare la vita. Posto che l’educazione si fa anche in famiglia, ritengo che un buon 50% di quello che sarà un adulto, dipenda dalla scuola che egli avrà frequentato da piccolo.

Vorrei così spezzare una lancia a favore dell’ottima Scuola Svizzera di Roma (SSR), frequentata da mio figlio. A prescindere dalla qualità dell’ambiente interno ed esterno quali pulizia, ordine, amenità di varia natura (fiori, giochi, campo di calcetto, decorazioni varie), della qualità dell’offerta didattica e della dedizione e preparazione degli insegnanti, quello che più mi colpisce è vedere l’autentico piacere che hanno i bambini ad andare a scuola, nonostante sia essa notoriamente esigente. Questo deriva, a mio giudizio, dalla particolare attenzione dedicata all’ascolto dei più giovani ed alla capacità di tenere unità l’intera comunità scolastica, tra alunni di diversi classi, nuovi ed ex alunni, tra genitori ed insegnanti: non a caso, la scuola organizza frequente iniziative extra-scolastiche a cui tutti sono invitati a partecipare e collaborare. In particolare la bellissima “notte dei racconti”, le cene conviviali, i laboratori per bambini, le varie feste ed il mercatino di natale.

Viene così sviluppato e coltivato un sentimento di appartenenza alla comunità, dove ognuno trova spazio ed è chiamato a contribuire dedicando un po’ del suo tempo: una comunità eterogenea, fatta di italiani e svizzeri, ma anche di molte altre nazionalità. Per rafforzare i legami, ogni due anni le classi vengono mescolate, di modo che i bambini si conoscano tutti.

Ed è così che forti di una integrazione reale, attiva e proattiva all’interno della comunità – punto di forza della mentalità elvetica - i più giovani amano la propria scuola che sentono familiare ed affrontano con maggior entusiasmo e curiosità le ore di studio e di lezione, nonostante l’esigenza e la nota disciplina di questo sistema scolastico. Insomma, vedere orde di bambini felici di andare e stare a scuola è bellissimo ed incoraggiante!

Un ottimo esempio a cui ispirarsi….

Sito internet Scuola Svizzera di Roma

Leggi tutto...
Various styles FAREWELL FOOTWEAR CALZATURE yoox bianco Classico,
Blog–Io e Ernest

Blog–Io e Ernest

Pubblicato in Blog

“Ora non è il momento di pensare a quello che non hai. Pensa a quello che puoi fare con quello che hai”. Ernest Hemingway, dal “Vecchio e il mare”, in epigrafe a “Io e Ernest” di Guido Guerrera, grande esperto di Ernest Hemingway. Consiglio caldamente la lettura di questo bellissimo libro, molto fruibile: in stile discorsivo ed intimo, narra la storia di una profonda amicizia di vita tra Ernest Hemingway e Fernanda Pivano, la sua traduttrice ufficiale. Venezia e Cuba, con i loro profumi, colori ed atmosfere, ospitano una narrazione in prima persona e dai contorni a volte leggermente sfocati, rivelando un sentimento intenso seppur non rivelato. Dialoghi, aneddoti, tanta dolcezza e soprattutto un sentimento continuo di pace, poesia e bellezza aleggia lungo tutto il racconto.

“Io e Ernest – Pivano – Hemingway sul filo di un amore”, di Guido Guerrera, Ed. Minerva, 2017 

Leggi tutto...
(Euro):36;37;38;39;40 gishiki nero playgroundshop neri Pelle the best discount price,

Blog-in ricordo di Pupella Maggio

Pubblicato in Blog

OGGI, 18 ANNI FA, CI LASCIAVA UNA DELLE PIU’ GRANDI ATTRICI ITALIANE, PUPELLA MAGGIO.

Con Pupella ho vissuto una lunga, intensa ed irripetibile amicizia, determinante per la mia formazione professionale e personale. E’ stata una grande amica, una confidente, una maestra di vita e di palcoscenico, una guida, un punto fermo, di grande valore artistico e morale. Pupella è ancora presente per me: nei tanti suoi ricordi che ho in casa, nei suoi insegnamenti che mi accompagnano sul palcoscenico… Ho il piacere di condividere con voi alcune foto giovanili di questo splendido legame. Grazie Pupella per il tuo prezioso insegnamento.

EVVIVA PUPELLA!

Leggi tutto...

Blog–uno spettacolo volgare!

The lowest price Dolceamp;Gabbana Uomo (CS1375AR16980001R) b-exit bianco Pelle,

Pubblicato in Blog

Ci risiamo. Un teatro storico, che ha visto calcare il fior fiore degli artisti teatrali, attori e cantanti, un teatro che si è distinto negli anni ed ora con un andamento un po’ alterno.

In scena, uno spettacolo di una volgarità imbarazzante, con il solito protagonista televisivo. Una cosiddetta “commedia” italiana, con un testo improbabile, dalla scrittura mediocre e dagli argomenti triti e ritriti, con una trama che si sviluppa essenzialmente attorno a storie di corna, di gay che passano per etero ed etero che passano per gay. Ovviamente, il tutto condito da parolacce a raffica, talmente scontate e continue che ogni forma di effetto voluto decade totalmente.

Un pubblico in sala totalmente diviso a metà: una parte impassibile, ovvero gelida, indubbiamente insoddisfatta. L’altra metà che scoppia a ridere ad ogni c* , s* e così via. Poi, scopro che un buon 40% della sala è stato convogliato lì mediante “gruppisti” a prezzi stracciatissimi, mania ora molto in voga nei teatri romani, pur di poter dire “ho fatto sala piena” (a 3/5/8 euro è facile riempire la sala…) – e mi sa che scriverò presto un post su questo. Il risultato? Il 50% del pubblico insoddisfatto, anzi visibilmente disgustato, che molto probabilmente non tornerà più a teatro: complimenti ai programmatori!

Mi rifaccio anche al post del 4 dicembre sulle pubblicità volgari (leggi post) e mi chiedo cosa ci ha portato ad arrivare così in basso? Qui non parliamo di una sortita estemporanea, ma di un punto di arrivo ahimè, di atteggiamenti che sono ormai pienamente radicati nella nostra quotidianità, come conseguenza del permissivismo, del relativismo morale, dell’individualismo e demagogia democraticista. La volgarità è diventa ormai uno stile proprio della società e degli individui che la compongono: atteggiamenti volgari (urlare, usare parolacce, passare avanti qualcuno in fila…), spettacoli volgari, pubblicità volgari, programmi televisivi volgari, film volgari, abbigliamenti volgari e così via scandiscono il nostro quotidiano. Lo stile, le cosiddette “buone maniere” non sono solamente legate all’educazione né fine a se stesse, ma sono anche il riflesso della propria anima, di una filosofia di vita e relativi ideali.

Cerchiamo, tutti, di tagliare la testa a questo virus affinché non si propaghi più di quanto già non lo sia, specialmente nelle e per generazioni più giovani.

Leggi tutto...

Blog–consigli utili per viaggiare in un bagagliaio

Pubblicato in Blog

Care amiche, cari amici, non ci crederete mai! Qualche giorno fa sono andato a concerto. Ero contento, anzi, di ottimo umore: ho scelto una mise adatta, scarpe lucide, capelli lisciati, profumato e un bel cappotto pesante e voluminoso, dato il freddo. L’appuntamento era sotto casa di un amica per proseguire poi in taxi: siccome eravamo in 5, abbiamo richiesto un taxi da 7 posti, (di quelli che hanno 2 sedili sul retro, direzione di marcia in avanti) o cosiddetto “mini-van”. L’operatrice telefonica conferma.

Attendiamo, discorrendo spensierati sul marciapiede: ecco che arriva il taxi, una macchina normalissima da 5 posti. Contestiamo la vettura, spiegando che abbiamo richiesto una macchina più grande. Il tassista non si scompone: sereno e rilassato, ci dice che la sua è una vettura omologata per 7 posti e ci apre il cofano. Si, il COFANO!!! Il cofano in cui era sistemata una specie di panchetta…. Ci guardiamo sbigottiti: nessuno di noi è felice della situazione ed il più bello è che il tassista si offende davanti al nostro sconcerto. Per lui la macchina va bene, possiamo viaggiare in 5: basta solo che nel cofano salga una persona piccola, meglio se un bambino. Peccato che siamo tutti adulti…

Insomma, il tempo corre, non possiamo arrivare in ritardo e, per galanteria, mi sistemo io in quel…. buco, di traverso, stretto, testa girata, senso contrario a quello di marcia. E via, l’autista ingrana a tutta birra e corre ballando sui noti sanpietrini, su e giù, zigzagando per le vie di Roma…. Non vi dico come sono uscito ammaccato da lì dentro, mentre il mio buon’umore è volato via nella notte, lasciandomi un bel torcicollo….

Fatevi pure due risate ora, ma di grazia non dite più che la galanteria è morta!

PS. La foto è stata scattata PRIMA dell’inizio del viaggio e chi ben mi conosce già intuisce che il sorriso è più di circostanza che altro….

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
Log in
REBECCA VAN DIK Ballerina donna nera in tessuto glitter,

Instagram G+ Twitter Facebook YouTube